IL BARLAAM, DETTO "IL FARO DELLA COMPAGNIA DELL' ANGOLO"

- Storia di un mito niguardese -

In una delle zone di maggior pregio di Niguarda, la via Frugoni, vive uno dei personaggi più rappresentativi della storia recente del quartiere, diciamo perlomeno degli ultimi 25 anni; un personaggio unico e di grande carisma: il Barlaam !!!

Chi vi scrive lo conosce da una vita,  da quando scorrazzava per i campi da

cross di mezzo mondo, pompandosi i bicipiti e i pettorali in modo inverosimile nella storica palestra di Talamona.

Barlaam, il periodo "GRECO"

Il periodo "Greco"

 

Elemento di riferimento, quasi venerato dalla compagnia dell' angolo a causa delle sue virtu' motociclistiche, al suo passaggio davanti alla celebre curva della via Frugoni (specie se e’ in moto) viene spesso avvicinato dalle nuove leve del motociclismo niguardese, che gli chiedono consigli sulla guida e sulla messa a punto del mezzo, consigli che il Barlaam concede volentieri, per la gioia dei suoi fans: anche il sottoscritto, anni fa,

avendo dei problemi di avviamento sulla sua vecchia Suzuki, chiese un consiglio, e il Barlaam rispose immediatamente, illuminandolo: “buttala via e comprane un’ altra !”.

 

Barlaam, con il suo CBR

Barlaam con il mitico CBR600

 

Ai giorni nostri il mitico e’ ormai vicino alla soglia dei 40, e comincia ad accusare qualche colpo a vuoto; ciononostante rimane uno dei componenti di spicco del famoso team di cuccaggio (insieme al Bon, Setola, e Paolo Pallino ) che da anni e anni imperversa per le spiagge del Mediterraneo, gettando lo scompiglio nella popolazione femminile di mezzo mondo; al ritorno dalle ferie i suoi resoconti sulle campagne estive e le estenuanti discussioni sui relativi punteggi da attribuire tengono banco per settimane, a volte anche per mesi.

Va detto che, parlando dell' universo femminile, della condizione delle donne e dei rapporti fra i due sessi, il Barlaam e'  da sempre un "opignon lider" (come si dice ai giorni nostri)

 

Barlaam al centro di una serata mondana


portatore di teorie innovative e di grande respiro, eppure al tempo stesso rispettose della tradizione: "la donna ideale deve essere compatta, maneggevole,in modo da non influire negativamente sul baricentro della moto, ma soprattutto non deve rompere le palle, e che cazzo !!!.

Il mito di Barlaam rimane comunque indissolubilmente legato al binomio donne-motori, che puo’ essere ben sintetizzato da una sua celebre massima “Con la moto ho un rapporto quasi-sessuale”.

 

Barlaam con il suo veterinario (il Bon)

In compagnia del suo veterinario di fiducia

 

------------------------------------------------------------------------------------------------

L' INTERVISTA

"Ho abbandonato la Honda per passare alla Yamaha"

Il grande Barlaam ci ha concesso questa breve ed esclusiva intervista, nella quale mette a fuoco i punti cardine del suo pensiero e della filosofia di vita che ne hanno fatto un mito.

- Barlaam, recentemente, offrendo un raro esempio del piu'  profondo servilismo aziendale hai acquistato una Yamaha R6, (ndr: effettivamente una bella moto), ma una volta non dicevi che la Honda e' la moto di riferimento, mentre la Yamaha produce solo rottami ?

".. Ma si beh ... una volta, .. ma adesso la Yamaha fa solo delle moto della madonna, come quella che ho preso io ... invece la Honda e' rimasta indietro, l' ultima moto bella che ha fatto era il CBR del 92 (n.d.r: quella che aveva lui)"

 

Un uomo chiamato cavallo

 

- Mah, sara' pure cosi', pero abbiamo il sospetto che Yamamoto (il suo attuale capo alla Yamaha n.d.r.) non ti vedeva bene a cavallo di una moto della concorrenza.

"Ma non e' assolutamente vero !!!! Potevo benissimo andare a lavorare con la Honda, e mi avevano perfino concesso di parcheggiarla a soli 3 km dall'ufficio".

- Va be, cambiando argomento, che programmi ci sono per le ferie di quest' anno, pensi di coinvolgere i ragazzi in qualche azione a lungo raggio ?

"Beh, devo ancora sentire il Bon per coordinarci, comunque credo che andremo in Grecia, in Agosto" .

 

 

Quarant'anni e non sentirli

- Ma non ci siete gia' stati un sacco di volte ?!?

"Si, ma e' evidente che la Grecia offre il miglior investimento in termini di cuccaggio, visto che dove andiamo noi ci sono in media 3/4 donne nord-europee per metro quadro; noi dobbiamo anche guardare alla praticita', e che cazzo, mica abbiamo tempo da perdere !!!".  

- Dunque anche quest’ anno una missione precisa con obiettivi chiari: ma perche’ puntate sempre alla Grecia e non vi piazzate sulle spiagge nostrane ?

“Ma e’ evidente: in Italia ci sono troppe donne italiane, che sono notoriamente meno ricettive e piu’ rompicoglioni delle nordiche, e in sostanza non te la danno; invece in Grecia le nostre strategie a “doppia tenaglia incrociata” si rivelano sempre infallibili.

- Barlaam, tutti sanno che in fatto di donne (oltre che di moto) sei un punto di riferimento: secondo la tua pluriennale esperienza, quali sono le cose che piu’ contano in una donna ?

“Beh, diciamo che ci sono varie caratteristiche tecniche da tenere presenti, ma la piu’ importante e’ forse il rapporto peso/potenza”.

- In che senso ?

“Beh, la donna ideale dovrebbe avere un rapporto peso/potenza vicino a 1, tipo una moto da gran premio, diciamo 1 metro e 50 per 150 chili di peso, in modo da fornire prestazioni adeguate in ogni condizione”.

 Con questa perla di saggezza frutto dell’ esperienza concludiamo la nostra intervista al personaggio del mese; chi volesse avere l’ onore di incontrarlo di persona tenga presente che il Barlaam e’ frequentatore assiduo, da tempo immemorabile, della celebre ”Trattoria California”.

Turna indree

Turna al'Om Peig